mercoledì 28 maggio 2008

Finalmente la giustizia

ha fatto il suo decorso e una condanna è stata mai cosi attesa da persone e famigliari, era diventato una cosa oscena vedere un processo andare avanti per mesi quando gia tutti sapevano chi erano i colpevoli, la cosa che fa rabbia è vedere come avvocati sapendo che una persona è colpevole sia pronto solo per soldi a diffenderla, trovo la cosa ignobile e non capisco perche l'ordine dei avvocati non interviene dicendo che nessun avvocato deve mai prendere le diffese di individui cosi, non si uccide nessuno e manco un bambino innocente che l'unica colpa che aveva era aver pianto cercando la sua madre, persone cosi nn dovrebbero manco andare in carcere ma darla alle persone ai famigliari per farsi che in futuro non ne esistono piu.
So che non è giusto dire o pregare mai per la morte di nessuno ma spero che la loro condanna sia molto brutta e piena di sofferenze e che almeno in carcere pagano queste morti cosi assurde.



TOMMY: ERGASTOLO A ALESSI, 30 ANNI A CONSERVA

ROMA - La Corte d'assise di Parma, accogliendo la richiesta dell'accusa, ha condannato all'ergastolo, con isolamento diurno per due anni, Mario Alessi e a 30 anni Antonella Conserva per il rapimento e l'omicidio di Tommaso Onofri.Alla pronuncia della sentenza, pronunciata dal presidente della Corte d'assise Eleonora Fiengo, il pubblico in aula ha risposto con un fragoroso applauso, che il giudice ha prontamente fermato. Presenti in aula i genitori di Tommaso Onofri, Paolo e Paola, accompagnati dai loro avvocati. Mario Alessi non ha assistito alla pronuncia della sentenza, mentre era in aula, nella gabbia di protezione, Antonella Conserva.

2 commenti:

susy ha detto...

ehi al,io sarei per la legge del taglione, lasciare i carnefici in mano ai genitori delle vittime e starei a guardare come vengono torturati sentirli urlare dal dolore....solo che in italia siamo buonisti...buona serata al. baci su

bigbruno ha detto...

con me spalancate una porta aperta!!! ovviamente condivido... ciao, bb.