venerdì 6 marzo 2009

Banche....!! 2° parte

Stamane sono andato nella mia banca, dopo un'ora di coda, sono riuscito finalmente a parlare con l'impiegata dello sportello, dopo aver spiegato il motivo della mia presenza e che non era una visita di cortesia ma bensì da incazzamento ho fatto visione di cosa era successo sul mio povero conto e che il bonifico fatto con i miei soldi non era da me stato autorizzato a nessuno dei presenti e in altre filiali, gentilmente la signorina che aveva già un filo di voce, visto il suo stato di salute, mi diceva: caro signore vediamo di fare indagine e sapere cosa sia successo di preciso ed eventualmente sanare il fatidico sbaglio sempre se lo sia, cosa che io a voce un pò alterata ho ripetuto che sbaglio si trattava e che volevo subito i miei soldi altrimenti avrei girato la banca come un calzino.
Dopo varie consultazioni con i suoi colleghi e cercato le pratiche del caso, la mia impiegata e sempre con il suo solito filo di voce mi ha sussurato: caro signore rffettivamente c'è un errore, chi ha digitato i dati ha cambiato una cifra e quindi le sono state imputate a lei i pagamenti del bonifico, bene e ora che si fa cara signorina? Niente metto a posto la sua situazione e in giornata facendo lo storno si ritrova i suoi soldi, comunque lei controlli in giornata che la disponibilità dei suoi soldi sono state cambiate altrimenti ci vediamo Lunedì. Ma cara signorina io lunedì per venire a trovare lei cosa che visto che è anche carina non mi dispiace, magari possiamo anche prendere il caffè insieme solo che dovrei prendere un giorno di ferie che non credo che sia bello sciupparle cosi, forse è il caso che in giornata mi sistemate tutto e con molta solecitazione per quanto riguarda il caffè se proprio mi vuole vedere si puo anche fare ma dopo il mio orario di lavoro, capisco che si è trovato davanti un uomo bello e affascinante e che magari le piace, ma non crede che gli errori della banca siano il caso che non le paga il contribuente?, Con un sorriso molto carino la signorina sempre in un filo di voce mi ha detto: Ha ragione lei, non è il caso di vederci cosi vediamo di sistenare la sua pratica imediatamente senza farle perdere giorni di ferie, non è giusto che paghi lei le conseguenze di un impiegato maldestro e che non ha visto che i cognomi erano diversi, per il caffè grazie cmq ma vedo che lei è sposato e io anche non mi sembra il caso, comunque se ci dovessimo incontrare per strada il caffè si puo prendere come amici.
Ma si fiuguri signorina per me sarà un piacere offrirle un caffè, sa anche se il mio conto non è lungo ma da come vede sono piu le uscite che l'entrate un caffè posso offrirlo, non andrei in miseria per questo.
Nel ringraziare della sua gentilezza mi saluta e mi lancia un bel sorriso, cosa che io faccio anche visto la sua disponibilità, cosa molto difficile da trovare nei vari sportelli di qualsiasi cosa, tipo uffici pubblici, ma forse sarà che anche io nel mio incazzamento sono stato gentile.
Buon venerdì a tutti

2 commenti:

Nicole ha detto...

Ho letto le tue disavventure bancarie...beh almeno hai risolto. A volte può andare peggio. Si, ci vuole molta pazienza.

Alby ha detto...

si vero, a molti è capitato che hanno clonato la carta bancomat e lì sono guai seri, cmq ho controllato e menomale che i soldi sono tornati al suo posto, cioè nelle mie tasche, ciao e grazie del tuo commento e visita nel mio blog, passa quando vuoi che mi fa piacere